Maria, intervista ad educatrice con più di 20 anni di esperienza

Il post di oggi darà voce ad una educatrice che di inserimenti ne ha visti e seguiti molti. Maria, 20 anni di esperienza negli asili nidi e nelle scuole dell’infanzia.

Quali sono le preoccupazioni che i genitori più spesso manifestano?

Devo dire che le più frequenti riguardano sicuramente le sensazioni che potrebbe avere il figlio e la sua cura: “Mio figlio si troverà bene senza la mamma in un ambiente che non conosce e con persone che non ha mai visto? Avrà un buon rapporto con le educatrici, giocherà volentieri con gli altri bambini? Capiranno di cosa ha bisogno?”

Quali sono gli atteggiamenti dei genitori durante l’inserimento?

Variano dall’essere timorosi che il bambino pianga, non si trovi bene e non si inserisca nel gruppetto di bambini,  alla tendenza ad affidare completamente il bambino alle educatrici. In entrambi i casi le figure di riferimento, coordinatrici comprese dovrebbero avere una ulteriore dose di pazienza e comprendere che questo momento di passaggio è molto delicato per loro.

Come può essere aiutato un bambino a vivere bene questo momento?

Il bambino va lasciato libero di esplorare lo spazio del nido in compagnia della madre così prenda confidenza con l’ambiente e le persone, sia adulti che bambini.

E un genitore?

Va tranquillizzato e rassicurato e con informazioni certe e corrette: il genitore deve conoscere la giornata tipo che si svolge al nido così che possa immaginare il figlio nel nuovo ambiente e sappia nei vari orari cosa sta facendo.  Inoltre deve essere sicuro che chi lavora con il bambino sia una persona affidabile, ecco perché il genitore deve conoscere le educatrici che si occuperanno del figlio in modo da avere un quadro preciso della situazione in asilo. Nell’asilo in cui lavoro, ci serviamo anche di mini “reportage fotografici”, ogni tanto scattiamo qualche foto durante la giornata che poi facciamo avere via mail al genitore: vedere il proprio bimbo sereno, tranquillizza più di tante parole.

Cosa consiglia ad un genitore che si sta approcciando a vivere l’inserimento

Un consiglio potrebbe essere quello di osservare i bambini che frequentano già il nido e di immaginare nel tempo il suo bambino in una situazione simile, questo di solito li tranquillizza.

I 3 errori più comuni che un’educatrice potrebbe fare ?

Dare tutto per scontato e volersi sostituire da subito alla madre; dimenticare che le educatrici conoscono i bambini solo a livello professionale e non cercare quindi di sapere altro ma limitarsi a pensare al bambino e alle sue esperienze limitate al periodo in cui è al nido; pretendere che il bambino durante l’inserimento accetti subito l’offerta di cibo e il cambio del pannolino da parte delle educatrici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...