Intervista ad un papà già “inserito”!

Ieri abbiamo sentito la voce di una mamma , oggi sarà un papà a parlarci della sua esperienza con l’inserimento del figlio.  Più stringato, come sono tutti gli uomini, ma i consigli sono molto utili e ci offrono la visione maschile di questo momento particolare che vive una genitore.

Come ha vissuto l’esperienza dell’inserimento del suo bimbo al nido?

Con emozione e con un po’ di timore.

Quali erano i timori dei primi giorni ?

Principalmente ero preoccupato che si potesse sentire spaesato in un ambiente nuovo, ma mi ha rasserenato molto il fatto che il bambino non aveva problemi a restare al nido, giocava e si trovava a suo agio con compagni e maestre.

Durante il periodo di inserimento al nido il suo bambino a casa come si comportava?

E’ rimasto tranquillo, non ha avuto cambiamenti di umore ne di atteggiamento.

Da cosa ha capito che ormai il suo bimbo era ben inserito?

L’ho capito perchè al momento di entrare in aula andava subito dalle maestre o a cercare i suoi giochi preferiti, lo vedevo felice e sereno, ero sereno anche io.

Avete  adottato delle “tattiche” lei e sua moglie, che vi sono state d’aiuto e che volete suggerire ad altri genitori?

Parlavamo del nido al bambino, gli facevamo domande e gli raccontavamo quello che sapevamo noi che era successo al nido, episodi divertenti raccontati dalla maestra, o da chi andava a prenderlo, in modo che lo sentisse come un posto conosciuto. Per esempio: “Hai detto alla mamma che oggi al nido hai dipinto l’albero con le mani e poi avete incollato tutte le foglie? Mi ha detto la maestra che oggi avete letto insieme un libro nuovo, ti è piaciuto?”

Quali consigli potrebbe dare ai genitori che si stanno approcciando a questo momento?

Non lasciatevi prendere dall’ ansia, il bambino percepisce il vostro disagio e non lo aiuta. Alla fine dei 2 anni posso solo confermare che il nido sia la soluzione migliore per il bambino visti i tanti stimoli che riceve.

Cosa è stato fatto bene dalle educatrici e in cosa avrebbero potuto migliorarsi?

Una cosa che ho apprezzato molto è il fatto che sono riuscite a farci sentire tranquilli anche nelle giornate di crisi del bambino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...