A tavola con piacere e gusto

Il mangiare e il bere non sono solo una questione legata al nutrimento ma hanno per il bambino un alto significato di rapporto affettivo.  Il momento del pranzo all’asilo è inoltra una delle esperienze più significative del passaggio dall’intimità familiare ad una situazione sociale nuova e più allargata.

E’ importante quindi nel momento del pranzo creare un’atmosfera di rilassamento e serenità nel rispetto dei ritmi soggettivi del bambino e mai come momenti di ansia, evitando pressioni, tensioni e rumori eccessivi.   Importante evitare anche di tenere la televisione accesa durante i pasti, crea confusione e non permette al bambino di concentrarsi sul cibo e sui familiari.

Per quanto riguarda l’alimentazione invece? Frutta e verdura, quante volte al giorno? I carboidrati fanno bene? E le uova? La dieta mediterranea è un concentrato di salute e gusto, ma per nutrire bene il proprio figlio è fondamentale conoscere le proprietà nutrizionali degli alimenti in modo da sapere come combinarli all’insegna dell’equilibrio e del consumo moderato. Per consumo moderato di un alimento si intende un consumo che come quantità e/o frequenza non influisce negativamente, nel complesso, su una sana e corretta alimentazione e sul corretto accrescimento dei bambini.

La verità è che non è sempre facile districarsi tra tante informazioni e non lasciarsi “accecare” dalle pubblicità, che invogliano a comprare cibi confezionati industriali a discapito di alimenti naturali e freschi.

Per riempire correttamente il carrello della spesa, può aiutare molto fare riferimento alla piramide alimentare: uno schema suddiviso in più piani o settori, ognuno dei quali raggruppa tutti gli alimenti con caratteristiche nutrizionali simili.

piramide_alimentare_alimentazione-bambini-coop

Seguendo le frequenze che lo schema della Piramide Alimentare ci indica possiamo essere certi di mettere a tavola gli alimenti che uniscono sapore e salute e di riempire in maniera intelligente (e a volte anche più economica) il nostro carrello della spesa.

Se, invece, un bambino ha allergie o particolari patologie, il consiglio è di rivolgersi a un pediatra, che sulla base di una valutazione complessiva del peso, dell’età, del metabolismo e dello stile di vita, potrà dare tutte le indicazioni necessarie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...