Quando il dolore porta riflessione

Per il post di oggi, abbiamo voluto toccare un argomento più serio, più profondo e che a nostro parere aiuta tutti a riflettere.

Martedì, il 18 giugno, sul Corriere della Sera è stata pubblicata una lettera che ha scritto un papà. Un papà che nel 2011 dimenticò la figlia in auto. Non vogliamo presentarvi casi drammatici che facciano riflettere sul fatto in sè. Episodi simili ne capitano pochi, anche se sono sempre troppi, vogliamo infatti proporvi un pezzo di questa lettera, un paio di frasi cariche di senso che possono aiutare tutti i genitori a vivere la genitorialità non come un incarico ma come una gioia.

“Ma credo anche che in quello che mi è successo ci sia un difetto del vivere moderno. Questo continuo correre, questo senso del dovere esagerato, questo fare più cose assieme e dover sempre dimostrare di essere all’altezza… centomila obiettivi, risultati da raggiungere, e così ti perdi l’importanza delle cose reali. Finisce che lo spazio per portare tua figlia all’asilo lo ricavi, non è che costruisci il resto su quello spazio. E però se la società ci dice che dobbiamo correre ci deve dare anche la sicurezza per farlo. I sistemi di allarme sulle auto per non dimenticare mai più un bambino sono una possibilità, le scuole e gli asili che chiamano a casa se non vedono arrivare il piccolo sono un’altra possibilità. A questo punto qualcosa deve essere fatto.”

 

Abbiamo ritenuto che queste frasi fossero importanti per tutti, e mostrano come dal dramma possa uscire, oltre all’infinito dolore, riflessione e ripensamento della vita.

Per chi volesse leggere la lettera completa la può trovare qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...