Arriva Caronte, difendiamo i nostri bimbi con 10 semplici regole

20839_1513004030124_6168672_nOrmai il caldo estivo è arrivato e gli esperti dicono che ci attendono giornate e ore in cui il caldo sarà veramente eccessivo e l’afa farà arrancare. In quelle che vengono definite ‘persone a rischio‘ ci sono anche i bambini (nei bambini molto piccoli, ma anche negli anziani, la termoregolazione è ridotta) e sotto proponiamo 10 regole, un decalogo di consigli da seguire, tratto dalle linee indicate dal Ministero della Salute, per proteggere i piccoli dal caldo eccessivo e dalla disidratazione.

Ecco le 10 regole, dei consigli utili, il decalogo per affrontare/combattere il caldo:

1- Quando fa molto caldo è innanzitutto utile bere molti liquidi, in particolare molta acqua. Quindi non aspettare di avere sete per bere (a meno che il medico non abbia dato indicazioni di tipo diverso, come può essere in presenza di particolari patologie o quando si usano determinati farmaci).

2 – Se la temperatura fuori è eccessiva – e specialmente nelle ore di maggiore insolazione: tra le 11 e le 15 – è consigliato stare in casa o in zone ombreggiate e fresche, e comunque evitare l’esposizione al sole diretto.

3 – Se il caldo è tanto lo si può attenuare ventilando gli ambienti. Se si usano ventilatori meccanici non indirizzarli direttamente sulle persone, ma regolarli in modo da far circolare l’aria in tutto l’ambiente. Quando la temperatura interna supera i 32 gradi i ventilatori possono aumentare il rischio di disidratazione.
E’ anche utile utilizzare tende e tapparelle per schermare le finestre esposte direttamente al sole. Aprire le finestre al mattino presto, la sera tardi e durante la notte per fare entrare aria fresca, e tenerle chiuse di giorno quando la temperatura esterna è più alta di quella interna.

4 – Indossare abiti leggeri, di colore chiaro e poco aderenti in modo da permettere la circolazione dell’aria sul corpo.

5 – All’aria aperta applicare sempre prodotti solari ad alta protezione sulle parti scoperte del corpo.

6 – Limitare l’attività fisica durante le ore più calde (ed evitare, sempre nelle ore più calde, quindi dalle 12 alle 18, le aree verdi e i parchi pubblici delle città dove si registrano alti valori di ozono).

36234_1512998269980_3681163_n

7 – Se fa troppo caldo è meglio fare pasti leggeri e fare attenzione all’opportuna conservazione dei cibi.

8 – Non sostare in automobili ferme al sole né lasciare persone – specialmente bambini, anziani o animali domestici – dentro auto o altri veicoli chiusi.

9 – Per l’estate 2010 ci saranno le previsioni circa le ondate di calore con un programma del Dipartimento della Protezione Civile che prevede il monitoraggio di 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo) e con bollettini che vengono diffusi alla popolazione attraverso i canali di comunicazione nei giorni di elevato rischio.

10 – A chi rivolgersi in caso di necessità? In caso di necessità il medico di famiglia è la prima persona da consultare, perché è certamente la persona che meglio conosce le condizioni personali e familiari del proprio assistito, soprattutto conosce le sue condizioni di salute, le malattie preesistenti, la posologia ed il tipo di farmaci assunti.

A rivolgersi in caso di malore nelle ore notturne e nei giorni festivi? Nelle ore notturne o nei giorni festivi occorre chiamare il medico del Servizio di guardia medica.

Se il proprio medico è in ferie e si ha bisogno di un consiglio, a chi ci si deve rivolgere?
In caso di assenza del medico di famiglia si può consultare il medico sostituto da lui nominato, reperibile tutti i giorni non festivi, dal lunedì al venerdì.

A chi rivolgersi in situazioni di emergenza?
Nel caso di un malore improvviso o in presenza di condizioni che fanno temere un serio pericolo attivare immediatamente il servizio di Emergenza sanitaria, chiamando il 118.

Fonte: bambini.info

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...