Giochi d’estate hand made!

E’ arrivato luglio e molte mamme, nonne e zie sono impegnate a curare i figli e nipoti che non vanno più alla scuola materna o all’asilo nido. Ogni giorno bisogna inventarsi una storia, un gioco, un nuovo diversivo per tenerli impegnati, divertirli e intrattenerli!
Oggi abbiamo una bella idea per voi: i travasi!!!
I travasi sono una delle attività che vengono proposte ai vostri bimbi al nido. Questo perchè riescono ad impegnare e a divertire sia i bimbi più piccoli che i più grandicelli.
Riuscire a versare in un ciotolino per poi riversarlo in un altro ancora diventa un vero e proprio lavoro.
Osservare le loro facce serie serie e concentrate è sempre una vera sorpresa e viene da meravigliarsi ancora di più quando si considera il periodo di tempo, di solito molto lungo, che utilizzano per questa attività che non sembra mai stancarli. Oltre a stimolare la motricità fine e il coordinamento oculo-manuale, mette in campo diverse emozioni legate alla sensazione dei materiali sulla pelle. E’ infatti molto utile utilizzare il gioco dei travasi durante l’inserimento al nido: il bimbo riesce ad allenare la comparsa e la scomparsa nel contenitore, proiettando l’azione sui suoi sentimenti nei confronti della figura parentale.

Proporre in maniera diversificata il travaso può essere una tecnica per non cadere nella banalità. Possiamo organizzarla da seduti con vecchi vasetti di yogurt, bottigliette di vetro, ciotole di metallo, cucchiai, colini: la differenza dei materiali dei contenitori è importante a livello sensoriale. Nei pentolini trasparenti il bimbo riesce a vederne il contenuto; bottigliette e piatti hanno misure di “riempimento” diverse; i fagioli secchi fanno rumori diversi se versati nel metallo e via dicendo.
In questo caso si può pensare di “delimitare” il territorio del bambino con un vassoio più grande nel quale ogni bimbo può svolgere la propria attività.
Si può anche, al contrario, gestire l’attività in maniera totalmente diversa offrendo loro una location più libera: un grande telo o tovaglia di plastica stesa in terra, il materiale rovesciato sopra e i contenitori a disposizione. E’ meglio in questo caso di prediligere il piccolissimo gruppo, poichè la situazione può degenerare nel caos.
Vasche più o meno grandi possono essere un’altra alternativa validissima. Ci sono tavoli appositamente progettati per travasare in gruppo e in piedi, ma anche grandi catini possono diventare divertenti maxicontenitori per gli oggetti da travasare e… per i bambini stessi!

I materiali da travasare sono tantissimi: legumi secchi, pasta cruda di varie forme e dimensioni, farina gialla, farina bianca. Non dimentichiamoci liquidi cremosi (passato di verdura avanzato, pomarola, cioccolata calda…) e acqua, che per le loro diverse consistenze divengono anche una piacevole attività sporchevole.
Buon divertimento!!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...